Rimesso in libertà dopo la rissa a Ceglie Messapica

Ha lasciato il carcere subito dopo l’interrogatorio Francesco Marinelli, molfettese di 31 anni, arrestato l’altra notte dai carabinieri per resistenza a pubblico. I militari dell’Arma erano intervenuti nei pressi di un bar a Ceglie Messapica dove Marinelli avrebbe picchiato un giovane solo perchè questi era un brindisino. «A me i brindisini mi sono antipatici», aveva detto prima di aggredire il malcapitato. Il suo legale, l’avvocato Raffaele Pesce, ha chiesto al giudice la rimessione in libertà del suo assistito. Una richiesta che è stata subito accolta. Il processo a carico di Marinelli inizierà lunedì. Sarà sempre l’avvocato Pesce ad assistere, in udienza, il presunto aggressore chiamato a difendersi dalle accuse.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

Pubblicato
Categorie: Cronaca

Di Redazione Ceglie Plurale

Redazione Ceglie Plurale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.