Restauro della Statua Lignea di Sant’Antonio da Padova

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)
Loading...

L’Associazione Amici del borgo antico porta a conoscenza della cittadinanaza che sono iniziati gli indispensabili lavori di restauro della statua lignea (XVIII sec.) di Sant’Antonio da Padova, Celeste Patrono della nostra città.
I lavori, iniziati in questi giorni, sono sottoposti all’alta sorveglianza della Soprintendenza ai Beni Storici e Artistici della Puglia e affidati alla Ditta Valentino de Sario di Oria, accreditata come previsto per legge, presso la Soprintendenza competente.

Statua di Sant'Antonio da Padova a Ceglie Messapica
Statua di Sant’Antonio da Padova a Ceglie Messapica

I lavori di restauro, finanziati dall’Associazione con il fattivo contributo dell’Amministrazione Comunale, consentiranno di riscoprire le antiche policromie e preserveranno la pregevole statua da futuri danni.
I lavori saranno portati a termine entro il mese di maggio 2013.
Anche questo impegno economico, così come i restauri degli affreschi della Madonna della Croce e del Pozzo, da alcuni mesi riconsegnati alla città, sarà possibile portarlo avanti anche grazie alla cittadinanza, sempre vicina alle iniziative promosse dall’Associazione al solo scopo di recuperare alcuni beni storici e artistici di Ceglie Messapica.

Maurizio Semeraro

Autore: Redazione Ceglie Plurale

Redazione Ceglie Plurale

2 pensieri riguardo “Restauro della Statua Lignea di Sant’Antonio da Padova”

  1. Ma perchè ogni tanto questi lavori non li fate fare a ragazzi di Ceglie esperti in materia? Come mai vengono affidati sempre alle stesse persone? A che serve specializzarsi se non si è considerati?

  2. Ho notato, con piacere e dispiacere, che è stata posta una inpalcatura avanti all’affresco del crocifisso sotto l’arco del monterrone. Spero che ad affrontare il restauro sia un esperto. Mi dispiacerebbe che non venisse restaurata come di dovere. Un affresco antico o meno ha sempre un valore e vederla ridipinta come se non avesse toglierebbe qualsiasi bellezza. Purtroppo cosa ch’è accaduto al precedente affresco della madonna della croce, non resturato, come conviene, ma solo ridipinto e male. Con questa mia, vorrei far aprire gli occhi a chi di dovere….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *