Nuove iniziative per l’Ospedale cegliese

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

Comitato cittadino per la salvaguardia del presidio ospedaliero della città di Ceglie Messapica (BR)
e/o Opere Parrocchiali San Lorenzo da Brindisi via Matteotti 72013 Ceglie Messapica(BR)
Cell: 338-7275837 – Fax: 0831-376654

Al Sig. Direttore Generale ASL BR1 Brindisi e, p.c. ed invito:

  • al Sig. Sindaco del Comune di Ceglie Messapica
  • ai Sigg. Capigruppo Consiglio Comunale di Ceglie Messapica
  • ai Sigg. Consiglieri Comunali per il tramite del Comune di Ceglie Messapica
  • ai Sigg. Parlamentari della Provincia di Brindisi
  • a tutti i cittadini di Ceglie Messapica
  • agli organi di stampa

Oggetto: Stabilimento ospedaliero. Assemblea pubblica del 7.10.2007.Sig. Direttore,
nonostante la Sua del 21 u.s. (telefax n. 45660 di prot.) “i conti non tornano”.
Dovrà, la S.V., con tutta l’onestà che L’ha sempre contraddistinta, riconoscere che a Ceglie il Pronto Soccorso e l’Ortopedia non sono stati potenziati; non è stato creato il Centro di risveglio da coma apallico ed il day surgery di oculistica; non è
stato riaperto il reparto di medicina; non sono sorti gli ambulatori specialistici; non si è avuta l’autonomia gestionale. E tutto ciò in barba alle Sue promesse.
Non v’è chi non veda, Sig. Direttore, che gli stabilimenti di San Pietro Vernotico, Mesagne, Ostuni e Fasano sono assurti, in tempi da record e, come si suoi dire alla chetichella al rango di veri ospedali, pur continuando sulla carta ad essere
denominati stabilimenti; mentre lo stabilimento di Ceglie, a differenza di quelli di pari livello menzionati, ha fatto solo passi all’indietro, se si considera che da circa un anno ha perso un reparto, quello di lungodegenza riabilitativa, che comprendeva
ben n. 32 posti letto, e che nel periodo non si registrano altre attività in favore dello stesso stabilimento.
Dimostrabilissima, quindi, la scarsa attenzione rivolta all’ospedale di Ceglie.
Alla luce di tanto, si ritiene opportuno dover chiarire una volta per tutte, Sig. Direttore, che i cegliesi non si sono per niente rassegnati a perdere il loro ospedale.
Vogliono sapere come stanno realmente le cose. Attendono risposte definitive ed impegni concreti nel corso di una assemblea che hanno voluto organizzare per domenica 7 ottobre p.v. alle ore 10,00, presso la Sala conferenze del locale Istituto Musicale in via Istria.
Voglia garantire la Sua partecipazione a tale assemblea, non essendo state in alcun modo da Lei date con la nota di cui sopra risposte esaurienti alle tante domande dei cittadini, ne fornita la garanzia di impegni in tempi brevi a porre ogni rimedio; potrà farlo personalmente nella pubblica assemblea, alla quale il Comitato Le rivolge caloroso invito a voler partecipare.
Ove impedimenti di vario genere dovessero non consentirLe di intervenire, voglia gentilmente far pervenire a questo Comitato, anche via fax, una nota integrativa di quella del 21.9.2007 (telefax prot. N. 45660) per riscontrare in maniera
soddisfacente la precedente nota del 13.9.2007 di questo Comitato. Il tutto sarà portato a conoscenza dell’assemblea, per gli opportuni provvedimenti.
Nell’attesa, grazie per l’attenzione che potrà cominciare concretamente a rivolgere all’ospedale di Ceglie, che attende di crescere per diventare come gli altri stabilimenti della provincia ……… un vero ospedale.

Ceglie Messapica, 28.9.2007
Per il Comitato
II Presidente Cataldo Rodio

Autore: Michele Ciracì

Storico locale e direttore di Ceglie Plurale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *