Categorie
Altro

Cosa ne volete fare?

[ratings]

L’annosa vicenda del teatro ritorna d’attualita’.
Inaugurato nel febbraio 2002 dopo decenni di colpevole abbandono, si puo’ dire con le parole del mitico Toto’ che oggi “vivacchia”, sospeso com’e’ fra la stagione di prosa organizzata dal consorzio del teatro pubblico pugliese e i concerti meritoriamenti messi su dall’Associazione Musicale “Caelium”.
Altre improvvisate iniziative non ne connotano certo la fisionomia. Ma ora ci si chiede: lo si vuole comunale? Lo si vuole aperto all’iniziativa privata? O caratterizzato da un sistema di gestione mista? Quali sarebbero i famosi centri di produzione sperimentale di nuovi linguaggi che da fonti autorevoli vengono di continuo richiamati in ballo? Sperimentare cosa e con quali fini? Coinvolgere le scuole ma in quale maniera? Esiste uno statuto di regolamentazione della struttura, e il comitato di gestione?
O si vuole andare avanti con le cossiddette commissioni di saggi che, dopo la prima riunione di bla bla bla cadono nel dimenticatoio? E poi ci chiediamo i criteri di reclutamento delle iniziative intraprese recentemente col coinvolgimento di ragazzi adolescenti in stages teatrali: quali sono i tempi di esecuzione? Il teatro deve assumere una vocazione aperta a tutti i generi o al Giorgio Sthreler di turno viene data carta bianaca in toto?
Basta poi coi fantomatici saggi di fine anno delle varie palestre e suole di ballo perche’ il teatro non e’ il luogo deputato per questo tipo di eventi.
Non si puo’ dire si a tutto e a tutti.
I responsabili facciano presto nomi e cognomi di chi dovra’ “produrre”, stabiliscano fini, modalità, preventivi di spesa, almeno abbozzi di programma tenendo presenti tutte, ma proprio tutte, le realta’ presenti in città e che da anni sono attive sul territorio nell’ambito dei progetti culturali, favorendo chi ha dimostrato di saper costruire ed esportare in tutta la regione il nome di Ceglie.
Solo allora si potrà parlare di teatro di serie a anche per la nostra città.

Nicola Santoro

Di Redazione Ceglie Plurale

Redazione Ceglie Plurale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.