Categorie
Comunicati

Comunicato stampa dei gruppi consiliari di opposizione

[ratings]

I consiglieri comunali di opposizione hanno inviato al giornale il seguente comunicato stampa che volentieri pubblichiamo e di cui si assumono la responsabilità.
Ceglie Plurale si riserva di intervenire sull’argomento quando avrà a disposizione tutti gli elementi e la documentazione completa.

Verbali Scuola di GastronomiaI consiglieri comunali di Forza Italia, Alleanza Nazionale, Lista Magno, Indipendenti di Centro e UDC, hanno richiesto la convocazione urgente e monotematica del Consiglio Comunale per discutere il seguente ordine del giorno: Relazione del Sindaco sulla gestione della “Scuola di gastronomia”, allegando alla richiesta una mozione nella quale si chiede la sospensione dell’arch. Marina Carrozzo da ogni responsabilità dirigenziale e la nomina di una Commissione consiliare d’inchiesta che faccia luce su gravi fatti venuti alla luce nella “allegra” conduzione di tale Scuola.
Come si evince dai verbali (sotto pubblicati) entrambi datati 22 novembre 2007, l’uno è diverso dall’altro, infatti, improvvisamente sparisce il nome del convivente del citato dirigente.
Inoltre, dalla lettura della documentazione, risulta che sono stati affidati incarichi di docenza a familiari, affini e come sempre a molti forestieri.
Altra anomalia, alcuni studenti greci alloggiati in casa di un assessore in carica e dopo la bufera allontanati in fretta e furia.
Ancora, affidamenti di progetti con ribassi del 34%, non consentiti dalla legge. Commissioni che hanno deliberato con tre soli componenti su otto.
Una serie continua di illegittimità ed illegalità_che non hanno trovato una sola parola di chiarimento da parte del Sindaco e dal consigliere regionale Mita, il cui imbarazzo è tale che preferisce il silenzio.
E l’occupazione del potere non si ferma alla Scuola di gastronomia.
Il Centro Anziani è gestito dal segretario sezionale di Rifondazione Comunista, come se non si trattasse di una struttura comunale, ma una sede di partito.
La Stagione Teatrale, anche quest’anno, è nelle mani di un ex assessore di Rifondazione.
Da questa occupazione selvaggia del potere viene fuori uno spaccato della città stretta nella tenaglia di una “piovra partitica”, che ha messo le mani sulla vita pubblica cittadina. che intende occupare ogni spazio di vita pubblica cittadina.
A questo andazzo i cittadini devono ribellarsi, iniziando a far sentire la propria voce già dal prossimo Consiglio Comunale, dove ci attendiamo una numerosa partecipazione di popolo desideroso di rendersi conto di persona su quanto da noi denunciato e contestato.

Di Redazione Ceglie Plurale

Redazione Ceglie Plurale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.