Iniziative per Ceglie

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)
Loading...

Spettabile Redazione di Ceglie Plurale,
Leggendo l’ultimo numero del vostro mensile, sono venuto a conoscenza della grossa sovvenzione di 364.000 euro che arriveranno a Ceglie per la ristrutturazione e la ripresa del vecchio Macello comunale per tramutarlo in un centro giovanile con tanto di studio di registrazione. Leggi tutto “Iniziative per Ceglie”

Splendida iniziativa

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)
Loading...

619,00 euro devoluti in beneficenza a Theleton.
Pagato il restauro e detratte tutte le spese occorrenti per portare a termine il progetto, il Comitato spontaneo di cittadini nato mesi fa per restaurare la statua di San Rocco (XVIII sec.), ha donato in beneficenza la somma eccedente.
Facciamo una breve cronistoria.
Un progetto portato a termine e un atto di solidarietà. In queste poche parole si racchiude l’iniziativa di un gruppo di cittadini che, nel mese di aprile si costituirono in Comitato spontaneo presso la Parrocchia di San Rocco, con l’intento di restaurare il prezioso simulacro in legno che era composto da: don Angelo Principalli, Donato Patianna. Domenico Ligorio, Renaldo Ligorio, Angelo Palma, Pasquale Elia, Angelo Silibello, Carmelo Lenoci, Michele Ciracì, Riccardo Manfredi.
Tante sono state le iniziative portate avanti per raccogliere i fondi necessari per completare il restauro. Vogliamo ricordarne solo due, la ciclopasseggiata culturale, con la visita alle bellezze cittadine, la messa in scena, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, della commedia di Eduardo De Filippo dal titolo “Uomo e galantuomo” presso il Teatro Comunale, nello scorso mese di dicembre.
Grande è stata la partecipazione dei cegliesi e di tanti forestieri che hanno contribuito fattivamente per salvare una preziosa statua che, oggi, fa bella mostra di sè sulla cantoria della Chiesa di San Rocco, nei suoi splendidi colori originali. Generosità che è andata oltre ogni più rosea previsione e che ha consentito di raccogliere più di quanto era necessario per portare a termine l’intero progetto.
Ancora una volta una iniziativa del privato, con l’aiuto dei cegliesi che, se chiamati a dare il proprio contributo su progetti seri, rispondono con generosità; ha restituito alla città un’opera d’arte di grande valore storico-artistico tanto cara ai fedeli e agli studiosi.
Questa è la città che noi amiamo.