Pensiero Notturno

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 voti, media: 3,00 di 5)
Loading...

Questo perlaceo cielo,
quest’acqua sospesa
sul pelo dell’aria,
e il rumore d’un falegname
che lavora.

E ricordo.
Vita remota, d’altri mondi,
d’universi paralleli.
com’ero piccino
di fronte al Mondo.

Il cielo s’imbrunisce appena.
Cavalli s’accalcano sugli specchi celesti,
traspaiono le ombre
degli astri.
Alte fronde danzano sul cielo.

E vedo.
Il nonno che guarda
il suo nipotino.
Com’è piccino
di fronte alla Vita.

Il cielo è di pece.
la luna lampeggia,
l’attraversano bianchi informi fantasmi,
mentre m’incantano
tanti piccoli meravigliosi sguardi.

E penso.
Antichi orrori,
luci dorate.
Com’è bello aver vissuto.
Com’è bello vivere.

Lirica di Dario LEO, anni 14. Prima classificata al XII Concorso Nazionale di Poesia e Pittura “Città di Lecce” Premiazione a Lecce sabato 24 marzo 2007 alle ore 18.00 presso il Teatro Parrocchiale Chiesa S. Massimiliano Kolber, in via Pistoia. La Commissione esaminatrice del Concorso era composta da: Lucia Agrima, Anna Rosa Aresta, Nico Baldassarre Dino Capodacqua, Lucia Dell’Anna, Antonio Di Pietrantonio, Carlo Vincenzo Greco, Niny Rucco, Nicola Serinelli e Salvatore Sciurti. Segretario, senza diritto di voto, il nostro concittadino, promotore del Concorcorso, Antonio Convertino. Presidente del Gruppo d’Impegno Culturale “Il Cenacolo”, organizzatore del Premio, l’Onorevole avvocato Ugo Lisi.
Il papà del poeta in erba, Damiano Leo, intende estendere ad amici e conoscenti la gioia di questa importante affermazione. auguri al poeta Dario Leo.

I vecchi del mio paese

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, media: 5,00 di 5)
Loading...

I VECCHI DEL MIO PAESE
HANNO LA SCHIENA
SPEZZATA IN DUE

E VANNO IN GIRO
COME SE LA TERRA
SE LI VOLESSE INGOIARE
MA A FRONTE PIENA
I VECCHI DEL MIO PAESE.
(Inedita di Damiano LEO)

I VIJECCHIJE DU PAIS MIJ’E
TENEN’ A SPADD’
ANGURCAT’
VON’ A SPASS’
COM’ S’A TERRE
LI VULESS’ MANGIA’
MA CHIEN’ A TENEN’ A FRONT’
LI VIJECCHIJE DU PAIS’ MIJE.
(Traduzione di Giacomo Nigro)